Bibliografia

La mostra “Ritratti del poetico” si colloca all’interno del percorso annuale dell’Assessorato alla cultura del Comune di Olgiate Molgora che nel 2015 è intitolato “A tutto volume. Intorno al libro”. Per questo motivo la Biblioteca comunale ha predisposto una bibliografia, dedicata ai poeti in mostra. L’obiettivo è sia quello di offrire una chiave di lettura alle fotografie di Simone Casett sia permettere a sempre più persone di avvicinarsi a un genere, quello della poesia, spesso poco noto.

Buona lettura dunque!

Bibliografia ‘Ritratti del poetico – Sfogliabile

Bibliografia “Ritratti del poetico” – Download

Annunci

Il Registro dei Poeti

5e772fb0-82e1-41bd-a975-754fe5023402Un servizio messo in onda dalla Televisione della Svizzera Italiana ha raccontato il Registro dei Poeti di Simone Casetta.

Sul sito dell’emittente si legge:

Con il “Registro fotografico dei poeti italiani” il ritrattista milanese Simone Casetta si prefigge lo scopo di realizzare una mappatura fotografica dei volti della poesia italiana contemporanea, ticinese compresa. Casetta raggiunge ogni poeta nel proprio luogo di vita o di lavoro, attraversando tutta la penisola, tutte le correnti poetiche, tutte le età: dai dialettali storici alle giovani voci, dalla poesia sonora a quella lineare. Fino ad oggi sono stati ritratti una trentina di poeti, la collezione completa ne comprenderà circa 150.

Guarda il video del programma: http://bit.ly/1C6INHP

La tecnica di ripresa e la stampa

Simone banco ottico1La tecnica di ripresa è inconsueta e di grande pregio. Casetta scatta su pellicola di medio e grande formato, utilizzando un’attrezzatura fotograca che si può ormai denire “di altri tempi”, compreso un banco ottico di grandissimo formato, di cui esistono
pochi esemplari al mondo, che produce negativi di 50 per 60 centimetri. Questa rara macchina fotograca viene utilizzata prevalentemente per la ripresa di soggetti statici: paesaggi e nature morte.

Il suo impiego da parte di un ritrattista rappresenta, di per sé, una peculiarità.

Le stampe sono al platino palladio. Casetta si avvale di una preziosa tecnica di stampa ottocentesca per la quale si stendono con il pennello, sali di platino e di palladio, metalli estremamente stabili. La delicatezza dei passaggi tonali e la straordinaria longevità di queste stampe, che non subiscono decadimento nel tempo, rappresentano un ulteriore omaggio al lavoro dei poeti. Un’opera, quella di Casetta, in cui la fotografia si lega alla pittura e imprime eternità.

Riguardo alla stampa di queste fotografie, l’autore Simone Casetta ha avuto modo di dichiarare:

Le stampe al platino palladio sono bellissime. Hanno una profondità che nessun’altra tecnica di stampa riesce a rendere. Il platino e il palladio sono metalli molto stabili quindi queste stampe durano tantissimo. Simone Casetta

Il poeta Raffaello Baldini

Tutto è iniziato da e con lui…

Dalla volontà di registrare tutte le poesie lette dall’autore, è nato il progetto del Registro fotografico dei poeti. Ognuno di noi deve a lui molto in termini culturali ma forse non è fuori luogo pensare, in questa sede, che questa mostra senza di lui non ci sarebbe mai stata.

Un incontro nell’ambito di Bookcity 2014 è stato dedicato al lavoro di registrazione della sua opera.

la voce di raffaello baldini-invito bookcity

Per approfondire: